Lookbook

Lavorare come fotografa freelance significa anche collaborare con altri professionisti quando un progetto lo richiede, come nel caso del lookbook. Amo il lavoro in team, il confronto è sempre stimolante e i progetti complessi e creativi come i lookbook sono una delle occasioni che preferisco per dare il mio contributo alla creazione di una storia visuale che vada oltre la fotografia del prodotto, come nel caso dei cataloghi.

A cosa serve un lookbook?

Tutti abbiamo bisogno di vedere e capire ma anche di immaginare e di sognare. Raccontare la storia di un brand attraverso una linea di prodotti o una collezione stagionale significa mostrare i prodotti ma anche usare le immagini per comunicare qualcosa in più: la filosofia che ne ha guidato la creazione, le emozioni che i prodotti vogliono evocare, la storia che accompagna il brand e quei prodotti o quella collezione in particolare.

Il lookbook nella moda

Fotografare vuol dire descrivere ma anche raccontare e un lookbook è la soluzione perfetta per unire presentazione e racconto.

Il lookbook integra e affianca l’informazione e i dettagli tecnici aggiungendo calore, rappresentazione e creatività. Lookbook e catalogo sono complementari, possono coesistere e contribuire a infondere personalità alla presentazione di prodotti e collezioni.

In altre parole, se il lavoro del catalogo è informare e vendere, al lookbook è affidata la comunicazione più creativa che ambienta i prodotti e li trasforma in storie. E le storie, si sa, sono quelle che emozionano, fanno sognare, che catturano e invitano a sentirsi parte del mondo che portano in scena. Non a caso il lookbook dà il suo meglio nel campo della moda, mondo complesso e variegato che coinvolge sensi ed emozioni, dove il prodotto è più di un oggetto ma un simbolo, uno status, un frammento di identità personale.

Un lookbook può essere fisico oppure digitale, le figure professionali che collaborano a realizzarlo sono numerose e lavorano con il fotografo per garantire la riuscita perfetta di questo grande lavoro creativo.

Il lookbook come portfolio personale

Il lookbook non è utile solo nel campo della fotografia di moda o per realizzare un progetto parallelo o integrato a un catalogo, ma può diventare anche il portfolio di un professionista e contribuire al suo personal branding.

Più di una carrellata di lavori realizzati, il lookbook come portfolio è un modo di raccontare il proprio lavoro, qualsiasi esso sia, dare un tocco più personale alla propria immagine professionale ed evidenziare non solo le capacità esecutive ma anche l’approccio al lavoro, lo studio, la metodologia, la passione, tutti quegli elementi che insieme definiscono al meglio un professionista.

Quanto tempo ci vuole e quanto costa realizzare un lookbook

Dare vita a un lookbook è un lavoro di complessità variabile che va pensato e progettato insieme a tutte le figure coinvolte, con anticipo adeguato se il lookbook racconta una collezione stagionale.

Il costo finale del lavoro di un fotografo che partecipa alla creazione di un lookbook dipende da variabili che cambiano da progetto a progetto e richiedono preventivi personalizzati.

Stai pensando a un lookbook da affiancare o integrare al tuo catalogo?

Il costo finale del lavoro di un fotografo che partecipa alla creazione di un lookbook dipende da variabili che cambiano da progetto a progetto e richiedono preventivi personalizzati. Parliamone insieme.